CERAMICA

È di supporto alle aziende del settore nel controllo della filiera produttiva dalle materie prime al prodotto finito.
Fornisce l’assistenza completa per prove, ricerche tecnologiche applicate, caratterizzazione chimica e fisica di prodotti ceramici (piastrelle, stoviglie, sanitari, laterizi, refrattari) e di vari materiali da costruzione (lapidei, adesivi, aggregati, cementi, malte).
È partner qualificato per l’assistenza tecnico-analitica mirata al conseguimento di marchi e certificazioni ambientali (CE, UPEC, ECOLABEL, CCC, LEED, ICEA).
Consulenze e perizie tecniche sono redatte da collaboratori esterni iscritti al Ruolo dei Periti e degli Esperti della Provincia di Modena per la CAT XIII-COSTRUZIONI EDILI.
Fornisce supporto tecnico per l’ottenimento della marcatura CE di cementi, adesivi, intonaci e malte in generale.

VERIFICHE TECNOLOGICHE SU PIASTRELLE CERAMICHE

Possono essere effettuate tutte le prove previste sia su piastrelle smaltate che non smaltate dalle seguenti norme:

  • UNI EN ISO 10545, quali il controllo dimensionale, l’assorbimento d’acqua, il contenuto in Piombo e Cadmio, alcune prove contenute in questa serie di norme sono necessarie per l’apposizione del marchio CE
  • UNI EN, quali la durezza Mohs
  • CAHIER du CSTB per la classificazione UPEC, quali la resistenza a roulage, lo choc lourd, la prova Mazaud
  • ASTM, ANSI, quali la scivolosità (BOT 3000), l’assorbimento d’acqua, la resistenza a rottura
  • DIN, quali le scivolosità, la solidità dei colori alla luce
  • SASO, per l’esportazione in Arabia Saudita
  • BS, quali la resistenza all’impatto, la scivolosità tramite il pendulum test

RESISTENZA AI CARICHI DINAMICI

Siamo in grado di eseguire il test di carico dinamico, simulando gli sforzi a cui un pavimento è sottoposto durante l’uso quotidiano.

Questo test, che viene denominato Test di Robinson, fa riferimento alla norma ASTM C627

COMPOSTI ORGANICI VOLATILI (COV) SERIE ISO 16000

Siamo in grado di determinare i livelli di emissione di sostanze organiche volatili secondo la serie ISO 16000 su piastrelle di ceramica da interno (pavimento o rivestimento) e relativi adesivi e malte.

VERIFICHE TECNOLOGICHE SU ADESIVI PER POSA E GUAINE IMPERMEABILIZZANTI

Possono essere effettuate le prove previste dalle norme UNI EN 12004, quali ad esempio resistenza mediante trazione e deformazione trasversale, ed UNI EN 14891, quali ad esempio impermeabilità e crack bridging.

CONTROLLI SU AGGREGATI – MALTE, CEMENTI, CALCESTRUZZI

Possono essere effettuate le prove previste dalle norme UNI EN, quali la massa volumica, il contenuto di solfati e cloruri.

PROVE SU MATERIALI LAPIDEI

Possono essere effettuate le prove previste dalle norme UNI EN, quali la scivolosità, la resistenza a compressione, la resistenza al gelo, l’esame petrografico.

INVECCHIAMENTI ACCELERATI

Possono essere eseguiti:

  • Esposizione ai Raggi UV
  • Camera Umidostatica e Camera Nebbia Salina
  • Weather – ometer (Prove accelerate di solidità a luce e intemperie)

Questi macchinari sono in grado di simulare le esposizioni alle intemperie, ai raggi solari e agli ambienti umidi, anche salini, di svariate tipologie di materiali, quali: lastre per pareti ventilate (anche dotate di soluzioni di rinforzo), mosaici su rete e su polimeri, vetri smaltati e decorati, decori in 3° fuoco, pavimenti flottanti, agglomerati lapidei, superfici con finitura in resina e/o con altri film protettivi, materiali compositi e sandwich, con elementi quali vetro, polimeri, fibre di vetro, metalli e resine.

ANALISI CHIMICHE STRUMENTALI DELLE MATERIE PRIME

La materia prima ceramica viene essiccata, macinata, calcinata e fusa per effettuare l’analisi chimica quantitativa e/o qualitativa con Fluorescenza RX, oppure viene solubilizzata per analizzarla mediante Plasma ICP. Vengono determinati:

  • Ossidi di Si, Al, Fe, Ti, Ca, Mg, Na, K, Zn, Ba, Pb, B, Zr ,Li, ed altri su richiesta
  • quantità di Fluoro
  • analisi chimica semiquantitativa con QuantAs

ANALISI MINERALOGICHE

  • Analisi mineralogica qualitativa
  • Analisi mineralogica con interpretazione semiquantitativa
  • Analisi mineralogica quantitativa Rietveld

ANALISI TERMICHE

Vengono effettuate con strumentazioni elettroniche che forniscono ampie possibilità di applicare differenti gradienti termici e temperature. Possibilità di preparazione e cottura del provino:

  • Analisi termica differenziale (DTA)
  • Analisi termogravimetrica (TGA) e curva derivata (DTG)
  • Analisi mineralogica quantitativa Rietveld
  • Analisi dilatometrica del crudo, riscaldamento + raffreddamento
  • Analisi dilatometrica del cotto e valutazione dei coefficienti di espansione lineare
  • Fusibilità tramite microscopio riscaldante con analisi di immagine (fritte, smalti, impasti, materie prime)
  • Cottura in forno a gradienti e relativa curva di greificazione (ritiro-assorbimento)
  • Flessimetro ottico

ANALISI VARIE SU MATERIE PRIME

  • Determinazione del Carbonio e dello Zolfo totali mediante analisi strumentale
  • Calcimetria (metodo Dietrich-Fruhling)
  • Determinazione sali solubili totali (R.D. e B.S. 1257)
  • Determinazione della superficie specifica
  • Determinazione di Cloro e Fluoro con cromatografia ionica
  • Determinazione radioattività cumulativa e spettrometrica (marchio cinese CCC)
  • Microscopia elettronica
  • Granulometria Laser